Il progetto testuale del nuovo Antiphonale Monasticum secondo lo schema B, presentato nel 2003, venne previsto tale da coprire completamente l’ufficiatura giornaliera, vale a dire dall’ufficio delle Vigilie fino alla Compieta, anche se per il momento il lavoro di restituzione melodica è stato compiuto solamente sui testi delle celebrazioni delle ore diurne (Lodi mattutine, Ore minori, Vespri e Compieta).

Alle solennità e alle domeniche di Avvento, Natale, Quaresima e Pasqua furono normalmente assegnate due serie di antifone, una per le Lodi e l’altra per i Vespri. Di solito la serie più antica è quella delle Lodi.

L’ufficio feriale di Lodi e Vespri ha un doppio ciclo di antifone, accogliendo anche qualche antifona del repertorio romano-antico e ambrosiano, al fine di offrire una maggiore varietà.

Per documentare il lavoro di restituzione melodica svolto, è stato inserito al termine di ogni volume, nella sezione degli indici, l’elenco completo delle fonti manoscritte e a stampa consultate e, per ogni brano, il riferimento – completo di foliazione o paginazione – alla fonte che è stata trascritta nel caso specifico.

Nel 2015 uscì, primizia delle pubblicazioni del progetto completo, il nuovo Salterio Corale, comprendente i brani (inni, antifone, responsori) dell’ufficiatura diurna feriale, distribuiti su un doppio ciclo settimanale, con i testi dei salmi in lingua italiana.

Nel 2017 esce il primo dei due volumi previsti per l’Antiphonale Monasticum, dedicato al Proprio del Tempo, e comprendente i brani musicali dei tempi liturgici cosiddetti ‘forti’ (Avvento, Natale, Quaresima e Pasqua) e delle feste e solennità del Signore (Ss.ma Trinità, Corpus Domini, Sacro Cuore, Cristo Re dell’Universo), le antifone ai cantici evangelici per le domeniche per annum dei tre cicli A, B e C, lo Psalterium per hebdomadam completo (ufficio di Lodi, Ore minori e Vespri delle settimane dispari e pari ed ufficiatura di Compieta), più una sezione testuale comprendente il salterio domenicale e festivo per Lodi e Vespri in lingua latina.

Il libro è stato concepito in lingua latina (rubriche, salmi festivi), per non limitare la sua diffusione solo all’Italia. Un fascicolo aggiunto, di formato leggermente inferiore, offrirà il testo dei salmi domenicali e festivi in italiano, nella traduzione CEI 1974. Questa scelta ha il vantaggio di rendere possibile l’aggiornamento della traduzione, quando si giungerà ad un eventuale nuovo testo con le caratteristiche richieste per essere cantato.

L’uscita del secondo volume dell’Antiphonale Monasticum, dedicato al ciclo del Santorale e comprendente pertanto il Proprio e il Comune dei Santi, unitamente all’Ufficio dei Defunti, è prevista, a Dio piacendo, per la fine del 2018.